M5S: O. NAPOLI, DOPO 10 ANNI DI INSULTI SCOPRONO LA COMPETENZA

Dichiarazione dell'on. Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera:

L'incompetenza non è più una virtù e la competenza, anche nel mondo sgangherato dei Cinquestelle, è un requisito essenziale per essere candidati alle elezioni europee. Oltre, ovviamente, alla conoscenza delle lingue. Cade così il muro di gomma costruito dal movimento Cinquestelle. Dopo 10 anni di insulti e di "vaffa" urlati ai quattro venti, Luigi Di Maio, vice presidente del Consiglio non certo per competenza ma per grazia ricevuta, scopre che il M5s è stato smascherato nella corrida elettorale abruzzese.


Però, invocare la competenza degli altri e infischiarsene di non averne una propria, non è bello. Di Maio, per fare un esempio, prima ancora che una laurea, ha mai pensato di fare per qualche tempo l'amministratore comunale? Trovarsi, senza arte né parte, seduto al ministero dello Sviluppo economico senza aver mai sviluppato una qualche attività in proprio, è qualcosa di straordinario accaduto soltanto in Italia. Se Di Maio avesse amministrato anche un piccolo Comune, non sa quante corbellerie si sarebbe e avrebbe risparmiato agli italiani. Come, per esempio, l'idea di destinare i soldi della TAV al potenziamento della Roma - Pescara. Ecco, un consigliere del più remoto Comune italiano sa benissimo che i finanziamenti europei destinati a un'opera non possono cambiare direzione per finanziarne un'altra. Esiste il vincolo di spesa, concetto sicuramente inedito per Di Maio.


Di fronte a tanta sprovvedutezza gli italiani devono cominciare a sudare freddo. Dal 4 marzo l'Italia è salita sull'ottovolante e scenderne il prima possibile deve essere il primo e solo obiettivo.





 
Facebook Twitter Instagram
Regione Piemonte Provincia di Torino Comune di Giaveno ANCI Il Popolo della Libert´┐Ż